Arbutus unedo

Il corbezzolo, Arbutus unedo, è un arbusto sempreverde, un piccolo albero che comunque può raggiungere anche i 10 mt di altezza se trova l’habitat giusto.
È un albero longevo, dalla crescita veloce e molto resistente, non teme la siccità e il terreno povero e tollera bene anche il vento forte proveniente dal mare tanto che spesso si possono vedere corbezzoli con tronco cortorto e molto inclinato. Le sue foglie sono di colore verde scuro.
Fiorisce in autunno tra ottobre e novembre e i suoi fiori hanno forma di campanule bianche riunite a grappolo e forniscono un nettare molto gradito alle api.
La particolarità di questo albero è che i suoi frutti rossi, le corbezzole, maturano dai fiori dell’anno precedente proprio in autunno in contemporanea alla nuova fioritura rendendolo molto suggestivo proprio perché ricorda il tricolore.
I frutti dei corbezzoli sono bacche tonde di circa 2 cm di un bel rosso acceso, quando mature, con protuberanze spesse sulla superficie esterna. All’interno questi frutti hanno polpa gialla, carnosa. Il loro sapore è molto caratteristico, per alcuni addirittura stucchevole, tendenzialmente dolce.

Il termine generico Arbutus ha un’antichissima derivazione di origine celtiche ar = aspro, butus = cespuglio, mentre quello specifico unedo deriva dal latino unus unum + edo = mangio ‘ne mangio uno solo’ gli fu assegnato da Plinio il Vecchio, facendo una chiara allusione alla scarsa gustosità dei suoi frutti.

 

Informazioni aggiuntive

Resistenza al freddo

Utilizzo

Esposizione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Arbutus unedo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.